Microsoft per il GDPR 2018

Il GDPR (General Data Protection Regulation) o Regolamento generale sulla protezione dei dati, debutterà ufficialmente il 25 maggio 2018, ed introdurrà una maggiore tutela delle informazioni sensibili dei cittadini UE. Anche le imprese dovranno adattarsi alle nuove normative, non solo tutelando i dati, ma anche essendo sempre a conoscenza del luogo in cui questi ultimi si trovano. Le imprese che non rispetteranno il nuovo regolamento, inoltre, saranno sottoposte e multe salate: 20 milioni di Euro, oppure il 4% delle entrate annuali globali.

Siccome questa norma interesserà ogni singola impresa operante sul territorio UE, molte compagnie stanno mostrando non poche preoccupazioni. Su un campione intervistato, il 21% teme per il taglio dei posti di lavoro a seguito del pagamento di sanzioni, il 19% teme la perdita di clienti dovuti alla copertura mediatica avversa, il 18% è preoccupata per la chiusura dell’attività a seguito delle sanzioni da pagare per le trasgressioni. Quel che è certo è che mantenere aggiornate le norme e gli standard della propria azienda per non infrangere il Regolamento non sarà facile. Molte imprese si stanno già muovendo in questo senso, preparandosi ad affrontare i cambiamenti che verranno introdotti dalle nuove norme e servendosi anche di consulenze e valutazioni esterne.

Microsoft, ad esempio, offre una serie di strumenti utili a valutare la predisposizione e la disponibilità dell’azienda a rispettare le disposizioni del regolamento europeo GDPR 2018 per la protezione dei datiAnche IBM sta progettando una piattaforma in grado di non infrangere le regole. E Data Governance and Compliance Solution si sta preparando a tenere aggiornati i dipendenti di un’azienda su tutte le questioni riguardanti il Regolamento.

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: